Premier League, il Southampton è pronto ad entrare nella storia

I Saints sono pronti a riscrivere la storia: ecco perchè possono farlo

Premier League, il Southampton è pronto ad entrare nella storia

La Premier è un campionato che ogni regala una storia che sarà poi scritta negli annali. In questo caso, negli annali del Paradiso perché stiamo parlando della storia dei Saints.

Si sa, quello inglese è il campionato più difficile, dove è vero ci sono quasi sempre le solite grandi, dettate e comandate da miliardi stranieri, che quasi sempre si giocano la vittoria finale. Ma quest’anno al secondo posto, dietro l’armata Blues del Chelsea di Mourinho troviamo una squadra di una città principalmente di mare che però, un paio di anni fa stava per veder scomparire la sua squadra. Infatti nell’anno 2008-2009 mentre i Saints militano nelle serie minori alcuni guai economici stanno per mettere fine alla storia di questa squadra che però verrà salvata in extremis da Markuss Liebherr ( uno svedese, quindi un altro capitale straniero ) che rimpinguerà le casse e riporterà tutti in Premier.

Certo la storia non è facile, ma quello che conta è il presente e il presente dice che questi ragazzi stanno volando. Gran merito va dato al loro allenatore, Ronald Koeman, che nonostante le innumerevoli cessioni dell’ultima finestra di calciomercato (Shaw, Lallana, Lambert, Chambers e Lovren) è riuscito a mantenere alto il livello complessivo della squadra. E un altro grande merito, che ci prendiamo noi tutti italiani, è quello di identificare come uomo “Saint” del momento il loro attaccante di sfondamento, cioè Graziano Pellè che con i suoi 4 gol nelle 6 presenze in campionato sta dando una grande mano alla risalita in Paradiso dei Saints.

Insomma, quest’anno come sempre la Premier ci regalerà una favola e noi tutti speriamo che quella attuale del Southampton avrà una fine degna di essere ricordata perché quel gruppo formato da nessun vero campione ma da tutti buoni giocatori che mettono in campo ogni volta il loro cuore merita qualcosa di più di una semplice apparizione al secondo posto.

When saints go marching in! Speriamo continuino a marciare, noi li aspettiamo in Europa e voi?

Raul Parrella

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.