Liga, Atletico – Deportivo 2-0, ma c’è poco da festeggiare

Gravi incidenti nel prepartita con 1 morto ed 11 feriti

Liga, Atletico – Deportivo 2-0, ma c’è poco da festeggiare
Liga: sintesi Atletico Madrid - Deportivo La Coruna

Arda Turan

MADRID 30 NOVEMBRE – L’Atletico Madrid, di Diego Pablo Simeone, vince la sua nona partita di campionato e si colloca, momentaneamente, al secondo posto alle spalle del Real Madrid di Carlo Ancelotti. Ma questa partita è stata “segnata”, prima di essere disputata, da alcuni scontri fra le tifoserie.

LA TRAGEDIA – Un tifoso è morto, mentre sono 11 i feriti. Appena iniziato il match, i siti dei principali giornali spagnoli hanno comunicato che un supporter della squadra ospite era stato trovato morto nel fiume Manzanarre dai pompieri di Madrid. L’incontro è comunque cominciato, e si è giocato come se nulla fosse successo: i tifosi madridisti intonavano i cori sugli spalti ed hanno festeggiato i gol, i giocatori hanno esultato in entrambe le marcature, ed i tifosi ospiti hanno risposto ai cori avversari con “Assassini“. L’Atletico Madrid di Simeone ha così vinto per 2-0 e si è portato per il momento davanti al Barcellona, che stasera sarà impegnato nel match in casa del Valencia.

SUL CAMPO – Il primo tempo è stato poverissimo di occasioni di gol, solo due per la squadra di casa: la prima è arrivata al 9′ con Mandzukic che, di testa, concludeva a lato; verso la fine del tempo arriva la seconda occasione da gol, questa volta ben sfruttata. Punizione battuta da Koke, e sempre  Mandzukic devia il pallone che arriva sulla testa di Saul Niguez, il quale mette in rete il suo primo gol con la maglietta dell’Atletico Madrid. Nella ripresa, sul calcio d’angolo battuto al 10° minuto, Arda Turan tira dal limite, il pallone viene deviato da Diakitè, Fabricio non riesce ad arrivarci e così la squadra di casa allunga sul Deportivo. Nel finale di gara, Cristian Rodriguez, si divora il pallone del potenziale 3-0: lo doveva semplicemente appoggiare infondo alla rete, ma la manca di poco. Da segnalare al 75° l’entrata in campo di Cerci al posto di Griezmann.

Tre punti importanti per l’Atletico Madrid, purtroppo macchiati da una tragedia che con il calcio a poco a che fare.

Alfonso Troianello

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.