Arsenal-Manchester United: una rivalità infinita

Anche quest'anno, come sempre, la Premier ci regala partite meravigliose. Ma alcune in particolare valgono più dei tre punti finali, sono partite speciali. Questa ne è l'esempio.

Arsenal-Manchester United: una rivalità infinita
Louis Van Gaal, nuovo tecnico del Manchester United

Louis Van Gaal, nuovo tecnico del Manchester United

Alcune partite non sono come le altre. Sembrano inutili tutti gli sforzi di farla passare come tale, perchè questa è una delle più grandi partite che la Premier possa regalare. Certo, dato il livello dei giocatori in campo la partità è uno spettacolo da sè, ma la cosa che la rende davvero speciale è tutta la storia che la circonda. Perchè come ogni grande rivalità inglese, anche questa affonda le radici nel passato, non troppo remoto, fatto di forti emozioni tutte da raccontare. Questa è Arsenal vs Manchester United!

IL GRANDE PASSATO DI QUESTA SFIDA – Uno dei primi momenti di vera sfida in campo tra queste due squadre si può ricondurre al 1987 quando David Rocastle (Manchester United) affonda in un intervento molto pericoloso su Nigel Winterburn (Arsenal) che perde la sua grande calma da uomo londinese e inizia il parapiglia. Ma il passato recente ci racconta tante storie come questa. Una delle più incredibili è quella della rivalità tra Vieira e Roy Keane, due uomini non molto calmi e pacati. Se le sono date in qualsiasi partita tra le due squadre e molto spesso iniziavano persino nei tunnel del per entrare in campo. Ma l’apice della rivalità tra le due squadre di può fissare nel 2004, quando la squadra di Ferguson fermò Gli Invincibili dell’Arsenal all’Old Trafford dopo ben 49 vittorie consecutive.

Van Persie in maglia Manchester e Arsenal.

Van Persie in maglia Manchester e Arsenal.

GLI ULTIMI AFFRONTI – In questi anni, come detto ne sono successe di tutti i colori. Ma ultimamente quelli dello United hanno fatto un grave danno alla tifoseria Gunners. Si sono appropiati del loro (ormai ex) capitano e miglior attaccante Robin Van Persie. La storia racconta di come lui, ragazzino vissuto nei vicoli operai d’Olanda e cresciuto nel Feyenoord, firmerà per l’Arsenal dichiarando di aver realizzato il suo sogno di bambino. E di quell’Arsenal diverrà il capitano e idolo di tutti i tifosi. Ma anche qui vale la solita storiella, nel calcio le bandiere non esistono più, e infatti nell’estate del 2002 Van Persie non rinnoverà e si unirà al Manchester United vincendo il suo primo campionato inglese con i suoi gol decisivi. Ma per ogni tifoso dello United che lo acclama, uno dell’Arsenal lo odia.

Quindi, anche questa volta ci si aspetta il massimo da questa partita. Ci sono tutti i presupposti, la storia, i giocatori, lo stadio pieno e una rivalità che non finirà mai. Gunners contro Red Evils. Che vinca il migliore!

Raul Parrella

Twitter: @RaulParrella

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.