Schalke 04, dalla crisi a Di Matteo

Dopo un inizio sconcertante, l'arrivo di Di Matteo potrebbe riportare i Knappen nelle posizioni di vertice

Schalke 04, dalla crisi a Di Matteo

La stagione 2014/2015 non è iniziata nel migliore dei modi per lo Schalke 04. Prestazioni deludenti sia in Bundesliga sia in Europa.
Nel campionato tedesco, la squadra di Gelsenkirchen non sta ottenendo i risultati sperati, considerando l’ottimo campionato della scorsa stagione, chiuso al terzo posto, dietro a Bayern Monaco e Borussia Dortmund.

INIZIO SHOCK- L’allenatore Jens Keller, alla guida del team dal 2012, ha deluso le attese dei tifosi e della dirigenza, mostrando una “regressione” rispetto alle precedenti stagioni. Dopo sette giornate di campionato lo Schalke 04 occupa l’undicesima posizione in classifica, con sole due vittorie all’attivo. Dopo la sconfitta all’esordio contro l’Hannover, l’undici di Keller ottiene, nella giornata successiva un buon pareggio contro i campioni in carica del Bayern Monaco. Al terzo appuntamento stagionale, dura sconfitta contro il Borussia Moenchengladbach: un sonoro 4 a 1 e forti critiche a giocatori e allenatore. Dopo il pareggio casalingo della quarta giornata contro il Francoforte, lo Schalke 04 riprende quota con due vittorie consecutive. La quarta giornata registra una vittoria con un netto 0 – 3 in casa del Werder Brema mentre alla quinta, il risultato del giorno, è la vittoria inaspettata contro il Borussia Dortmund di Jürgen Klopp e Ciro Immobile: Matip e Choupo-Moting stendono i “gialloneri” in soli venti minuti, tenendo duro fino alla fine. L’ultimo turno di campionato non conferma però il momento positivo della squadra, sconfitta per 2 a 1 dall’Hoffenheim.

L’EUROPA- Il cammino in Europa è tutt’altro che soddisfacente. Nel girone “G” della Champions League, lo Schalke può e deve ambire al passaggio del turno come seconda, alla spalle del Chelsea di Mourinho. Le altre due contendenti, Maribor e Sporting Lisbona, sono, almeno sulla carta, di livello inferiore. Nelle prime due giornate della competizione europea, lo Schalke 04 ha ottenuto solamente due pareggi, ma se quello in casa del Chelsea, può essere considerato un buon risultato, quello al Veltins-Arena, contro il Maribor, è tutt’altro che positivo.
Ovviamente, dopo un inizio di stagione cosi deludente, con sole due vittorie, su un totale di dieci partite (sette in campionato, due in Champions League, una in coppa, con sconfitta per 2 a 1 contro il Dresda), la panchina di Jens Keller ha iniziato a scricchiolare.

L’ARRIVO DI DI MATTEO- Nella mattinata del 7 ottobre il club tedesco ha annunciato via Twitter l’esonero di Keller e la scelta come suo successore di Roberto Di Matteo pronto a firmare un contratto fino al 2017.
Il compito del tecnico italiano (terzo a guidare una squadra tedesca, dopo Trapattoni e Nevio Scala), che già alla guida del Chelsea aveva dimostrato ottime qualità, non sarà semplice. Dirigenza e tifosi si aspettano di essere protagonisti in Bundesliga e di disputare una buona Champions League.

Fernando Forcina

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.